"Il Tracciato della Vita"

Piazza Umberto I, presso palazzina ex Goccia del Latte, sede FPDS-FIDAS Bari 20 dicembre 2009 ore 18 (inaugurazione) Gli artisti coinvolti nel progetto: Anna Maria Battista, Raffaella Del Giudice, Grazia Donatelli, Davide Gigante, Vincenzo Mascoli, Giulia Marchione, Angelo Perrini, Stefania Romano, Teresa Romano, Damiana Pastoressa, Roberto Sibilano, Marco Tesini, Michele Volp8. La storia della donazione di sanue è una storia silenziosa e quotidiana, fatta da uomini qualsiasi attraverso uno splendido atto d'amore che lascia un segno indelebile. la FPDS-FIDAS quest'anno ha pensato ad un parallelo tra arte e donazione entrambe espressioni della necessità della bellezza di condividere il "Sé" con gli altri. A tal fine ha proposto agli artisti del gruppo "Sesto Senso" dell'Accademia di Belle Arti di Bari la realizzazione di un evento artistico che abbia, come principale scopo la divulgazione di un messaggio di generosità per sensibilizzare la popolazione al tema della donazione di sangue. Gli artisti di tale progetto sono coordinati nella loro attività dalla Professoressa Rosanna Pucciarelli - Cattedra di Illustrazione Scientifica e dal Professore Vincenzo Girolamo - 1 Cattedra di Anatomia Artistica.

"Atmosfere di un Libro"



Presso palazzo Grassi, Aradeo (LE).

Da martedì 8 a Giovedì 10 dicembre
Orari: dalle 18.00 alle 20.00

Fabbricanti di Libri

Premio internazionale del libro d'artista - III edizione 2009


Mostra internazionale del libro d'artista Libri come opere visuali uniche e irriproducibili, odorosi e tattili, che attraverso vari mezzi espressivi raccontano storie, comunicano esperienze, danno forma a pensieri, materializzano sogni e silenzi , insinuano fremiti emozioni bagliori d'infinito: sono i libri d'artista, libri non libri, in cui l'artista pensatore-artigiano-amanuense, inventa e sperimenta tutto l'immaginabile e l'inimmaginabile, piccoli scrigni o sipari aperti o architetture eccentriche che richiedono un "godimento fluente, un'azione partecipata" e che si offriranno alla visione del pubblico nelle stanze soffusamente decorate di Palazzo Grassi. La Mostra, organizzata da VERBAMANENT-PRESìDIO DEL LIBRO IDROMELE di SANNICOLA-ARADEO- TUGLIE nonché FONDO ARCHIVIO DEL LIBRO D'ARTISTA DROSOS, è la conclusione del Concorso Internazionale del libro d'Artista "FABBRICANTI DI LIBRI", 3° edizione 2009, unico nel Meridione, che ha registrato la partecipazione di 57 Artisti, italiani e stranieri (Danimarca, Corea del Sud, Argentina, Brasile, USA,...) e di altri Fuori Concorso. Tra le partecipazioni da segnalare l'allestimento di un'ambientazione, Atmosfere di un libro, con esposizione di opere degli studenti della Cattedra di Anatomia Artistica dei proff. Vincenzo Girolamo e Rosa Anna Pucciarelli : grazie alla realizzazione di particolari atmosfere, il visitatore fruirà le opere rivisitando il concetto di libro d'artista e di opera d'arte contemporanea; esporranno: Marco Testini Teresa Romano Letizia Roussin Antonio Minuto Deepak Pasquale Florio Federica Lisi Raffaella Del Giudice Angela Panaro Stefania Romano Roberto Sibilano Tiziana Muolo Grazia Donatelli Anna Maria Battista Lorenza Genco Collateralmente in mostra Cart_elle di Ambra Biscuso. Saranno ancora presenti, come nella precedente edizione, i Fabbricanti di libri del Centro diurno EPASSS di Carbonara (Bari) che consegneranno personalmente i loro libri manufatti, poesie figurate e colorate che raccontano ricordi e speranze delle loro vite. Nella serata conclusiva, giovedì 10 dicembre, il prof. Lucio Giannone dell'Università di Lecce interverrà sul tema LA RIVOLUZIONE TIPOGRAFICA DI MARINETTI: IL LIBRO FUTURISTA Seguirà In-quadro Poetico ovvero dell'uomo vittima della sua poesia - installazione a cura di Mirko Gabellone & Libera Compagnia Teatrale Per tutta la durata della Mostra proiezioni video a tema a cura di Enrico Rapinese All'iniziativa, patrocinata anche dal Ministero dei Beni culturali, ha offerto un notevole contributo la prestigiosa Casa editrice d'Arte e Fondazione MARILENA FERRARI-FMR (sedi Parigi, Madrid, New York, Roma,...) , realtà unica nel panorama mondiale dell'editoria-dell'arte-della cultura, con la donazione agli Artisti vincitori di dieci volumi pregiati di sua pubblicazione. Programma: martedì 8 dicembre - ore 18 : Premiazione e Inaugurazione Mostra Interventi : Simona Manca, Vicepresidente e Assessora alla Cultura Provincia di Lecce Daniele Perulli, Sindaco di ARADEO Michele Bovino, Direttore Biblioteca Comunale di Aradeo Maddalena Castegnaro, Presidente VERBAMANENT-Presìdio del Libro IDROMELE Vincenzo Girolamo e Rosa Anna Pucciarelli, docenti Accademia delle Belle Arti di Bari 10 dicembre, ore 18: LA RIVOLUZIONE TIPOGRAFICA DI MARINETTI: IL LIBRO FUTURISTA , lezione magistrale del prof LUCIO GIANNONE, docente Università di Lecce In-quadro Poetico ovvero dell'uomo vittima della sua poesia - installazione a cura di Mirko Gabellone & Libera Compagnia Teatrale Per tutta la durata della Mostra proiezioni video a tema a cura di Enrico Rapinese.
L'ombra e la grazia
Libro d'artista di Anna Maria Battista, Tiziana Muolo, Angela Panaro, Stefania Romano.
Opera Collettiva, disegni su carta, 2009.

"Biennale d'Arte Contemporanea"

tra illusione del sogno e i colori della non forma
Dal 19 al 29 novembre 2009
Galleria Teatro Curci di Barletta
Direttore artistico Paolo Levi
Curatore generale Nevena Molteni (Galleria Emmediarte)
Orari:
ore 18-21 tutti i giorni;
ore 11-13/18-21 Sabato e Domenica;
Lunedì chiuso
WorldWideWeb (2009)
Olio su tela

"Livre d'Artiste. Livre de Peinture"

LIVRE D'ARTISTE. LIVRE DE PEINTURE
Dal 9 al 16 Novembre, 2009
Colonnato del Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo, Bari.

“Immagini di vita”
Parte di un'opera collettiva ("L'ombra e la grazia, omaggio a Simone Weil") di Anna Maria Battista, Tiziana Muolo, Angela Panaro e Stefania Romano.
China su pagina di libro (2009)
Sei disegni che rappresentano scene tratte dalla vita di Simone Weil. La sua infanzia , il suo lavoro nelle fabbriche metallurgiche di Parigi, l’impegno nella Guerra Civile Spagnola combattendo al fianco dei repubblicani, la difesa dei poveri nei quartieri di Harlem a New York, fino alla sua morte nel 1943 presso il Grosvenor Sanatorium di Kennington.
LINK de La gazzetta del mezzogiorno:








IL CENTENARIO IN ATENEO SU INIZIATIVA DI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE, UNIVERSITÀ E ALLIANCE FRANCAISE
Simone Weil, che donna Rivoluzionaria di ieri ma con la lingua di oggi
A Bari da domani un convegno e due mostre

di ENRICA SIMONETTI
Nata a Parigi cento anni fa e morta a soli 34 anni in un sanatorio inglese: cosa può dirci ancora, dopo tanto tempo, una donna rivoluzionaria come Simone Weil? Probabilmente molte cose, soprattutto se leggiamo la storia della sua vita, il coraggio di certe scelte o la constatazione, attualissima, che «viviamo in un mondo dove nulla è a misura dell'uomo, dove tutto è squilibrio e la società è collettività cieca, trasformata in una macchina per comprimere cuore e spirito e per fabbricare l'incoscienza».







Parole che sembrano ritagliate per il nostro mondo di cento anni dopo, ma pronunciate quando Simone Weil passava coraggiosamente dalla vita di studiosa, insegnante e militante di sinistra rivoluzionaria al lavoro come operaia alla Renault di Parigi, scelta durissima attuata per meglio comprendere il significato di quella vita. Di tutto questo si parlerà a Bari nel convegno che si terrà l’11 nell’auditorium di Santa Teresa dei Maschi (Bari Vecchia), promosso dal Centro Interdipartimentale studi di genere dell’Università di Bari, dal Centro di Documentazione e Cultura delle donne e dall’Alliance Française, con una serie di relazioni dedicate a questa figura straordinaria di donna, «un miracolo dell’anima e della coscienza umana», come la definiva Carlo Bo. Bari ha deciso di rendere omaggio a Simone Weil nel centenario della nascita, rievocando le tracce di un’esperienza umana e spirituale, interrogando l’attualità delle sue intuizioni profetiche. A introdurre il convegno saranno Pasqua Colafrancesco e Antonella Masi; seguiranno le relazioni di Chiara Zamboni ( «Una via soggettiva al pensiero di Simone Weil»), Francesca R. Recchia Luciani («Coltivare l’attenzione: Simone Weil e la filosofia come stile di vita») e la tavola rotonda con Franca Alessio, Chiara Zamboni, Francesca R. Recchia Luciani, Betta Pesole.





Durante il convegno saranno utilizzate suggestioni visuali e musicali a cura di Claudia Attimonelli e presentato il film Olocausto privato. Ipotesi su Simone We i l di Franca Alessio.

E non ci saranno solo parole. Perché l’iniziativa comprende anche due mostre. Una, dal titolo Livre d’artiste. Livre de peinture, omaggio delle artiste al pensiero di Simone Weil, a cura di Maria Vinella, è l’omaggio di venti artiste a Simone e si terrà da domani al 16 novembre, nel Salone degli Affreschi dell’Ateneo (inaugurazione domani alle 18). L’altra, Survie. J’ai utilisé la mémoire, omaggio a Simone Weil, a cura di Agnese Purgatorio, si apre invece mercoledì 11 novembre (fino al 3 dicembre, ore 17-20) e si tiene presso la sede dell’Al - liance Française, via Marchese di Montrone 39, (inaugurazione 11 novembre ore 19). Nell’occasione ci saranno anche seminari, a cura di Rosa Gallelli con Francesca R. Recchia Luciani e Grazia Ingravalle (domani sempre in ateneo, colonnato del Salone degli Affreschi, ore 15-18).

«Rivolgersi a Simone Weil oggi vuol dire per noi guardare alla storia del No vecento con una diversa sensibilità sia storica, che filosofica e politica. La vita e il pensiero di Simone - sottolinea Patrizia Calefato, docente di Sociolinguistica all’Università di Lingue - ci dicono della possibilità di considerare le strutture portanti della società e dell'individuo dal punto di vista della materialità dei corpi, dell'esperienza vissuta».

FOTOGRAFIE/PHOTOS

Roma/Rome
Put Pourri
Matite/Crayons
Orologi/Clocks
Ritratti/Portrait
Paesaggi/Landscape

"Sesto Senso 5, Nudare Solent"

Sesto Senso on Facebook:
SESTO SENSO - NUDARE SOLENT 5
a cura di Luigi Pagliarini in collaborazione con Vincenzo Girolamo e Rosanna Pucciarelli
testo critico di Giusy Petruzzelli
"Sesto Senso è il nome di un gruppo di creativi baresi, che ha ormai all'attivo una bella serie di mostre allestite con opere dei singoli componenti. Non un'opera unica, dunque un mosaico, che ruota intorno alla riflessione sulle facoltà sensoriali implicate nel fare arte e sulle ragioni che oggi conducono a produrre in campo artistico. Il punto di partenza, croce e delizia si potrebbe dire, è il corpo, declinato in immagini ibride - frutto della retorica visuale (si veda il lavoro di Antonio Minuto e di Letizia Roussin)) - o citazionistiche (Antonio Spagnoletta da Warhol, Vincenzo Mascoli e Teresa Giannico dalla cultura dei graffiti metropolitani, G. Marchione dalla letteratura per l'infanzia), oppure in immagini realistiche ed iperrealistiche vivificate dall'indagine psicologica (cfr. Tiziana Muolo, Angela Panaro, Anna Maria Battista, Roberto Sibilano, Davide Gigante, Stefania Romano, Raffaella Del Giudice, Michele Volpicella). Si nota anche una buona dose di di concettuosità verbo-visuale (nei lavori di A. De Bellis, Angelo Perrini, Michele Volp, Grazia Donatelli), poichè le icone o sono supportete dalla parola o sono dense di pensiero.
Sicuramente il gruppo opera riempiendo di senso ogni atto, ogni tappa della sua storia e crede in un arte che con il sesto senso metta a nudo (nudare solent) e non celi.
Dal 24 Settembre 2009 al 24 Ottobre 2009
Ecoteca, via Caboto 19 Pescara - www.ecoteca.org

COPIE/COPIES

Impressione III, Wassily Kandinsky
copia (olio su tela)
Evoluzione, Piet Mondrian
copia (olio su tela)
Ragazzi che giocano sulla spiaggia, Albert Edelfelt
copia (olio su tela)
Autoritratto con pelliccia,Albrecht Dürer
copia (olio su tela)
Marte, Diego Rodríguez de Silva y Velázquez
copia (olio su tela)

DIPINTI/PAINTINGS

Rodolfo (da Bohemien)
(olio su tela)
Schaunard (da Bohemien)
(olio su tela)
Colline (da Bohemien)
(olio su tela)

Marcello (da Bohemien)
(olio su tela)

WorldWildeWeb
(olio su tela)

I shot me down
(olio su tela)
Skyscraper
(olio su tela)
Tributo a Lucia
(olio su tela)
Natura morta
(olio su tela)
Natura morta
(olio su tela)
Rusty
(olio su tela)